Aprile 2019: La neurotuta adottata dal Centro di riabilitazione Gli Angeli di Padre Pio (S. Giovanni Rotondo)

La direttrice sanitaria del Centro di Riabilitazione Gli Angeli di Padre Pio, la Dott.sa Serena Filoni, spiega all'emittente televisiva TeleNorba come la neurotuta Mollii è diventata uno degli strumenti riabilitativi adottati dall'importante centro pugliese.


Mollii - la tuta ad elettrodi: facile, efficace, a casa tua

Mollii è un nuovo dispositivo medico svedese a marchio CE che permette il rilassamento dei muscoli spastici e promuove al tempo stesso il recupero delle funzioni motorie.

 

Mollii viene utilizzata da persone affette da:

 

La tuta è disponibile in più di venti misure (da bambino fino ad adulto) ed è composta da una giacca, un pantalone ed una unità di controllo.

 

L'uso è estremamente semplice e si basa su stimolazioni elettriche di bassa frequenza. Mollii è un dispositivo ad uso domiciliare e personale, la cui programmazione è individuale. Gli effetti sono individuali, e dipendono da diversi fattori, a partire dalla gravità della condizione neurologica; al di là degli effetti iniziali durante la prova di un'ora, i veri progressi si sviluppano con l'uso regolare (60-120 minuti per 3-7 giorni alla settimana)

 


Un mese di terapia con la neurotuta: trauma cerebrale (emiparesi e atassia)


Trauma cerebrale: la storia di Sinuhe


Diplegia Spastica: cosa si prova indossando la neurotuta Mollii


Paralisi Cerebrale Infantile: i risultati dopo 18 mesi di neurotuta

Alessandro e la sua mamma, in occasione di una visita di aggiornamento del programma di stimolazione, ci raccontano della loro esperienza con la neurotuta Mollii, che usano da circa un anno e mezzo. 


Mio padre ha provato la tuta (esiti da ictus)


"Mi sembra di essere tornata indietro di 3 anni" - la tuta Mollii e la Sclerosi Multipla Progressiva.

Domenica 15 luglio 2018: un'altra bella giornata di prove con la neurotuta Mollii a Reggio Emilia. Qui vediamo i risultati con una signora affetta da Sclerosi Multipla Progressiva. 


Ad anni di distanza da un ictus, il miglioramento è ancora possibile!

Otto anni dopo il grave ictus che lo ha colpito, quando ormai sembrava dovesse rassegnarsi, Roberto trova un nuovo strumento a marchio CE, senza effetti collaterali, una nuova strada per ricominciare a migliorare. 

 

Dopo alcuni giorni di uso, Roberto ci scrive: 

"L'ho indossata due volte, venerdì della settimana passata e questo lunedì. Entrambe le volte per il tempo impostato nell'unità centrale che è di 60 min. Ho già riscontrato un beneficio. Spesso la mattina, appena mi sveglio, mi prende un crampo al polpaccio della gamba sx , quella colpita dall'ictus. Ho notato che il giorno dopo avere indossato la tuta  nn ho avuto nessun crampo e questo è successo anche la seconda mattina!!! Questo è già un bel risultato per averla indossata solo due ore!!!! "


Exposanità: il nostro bilancio della fiera 2018

Per la seconda volta abbiamo partecipato con uno stand alla fiera biennale di Exposanità a Bologna. Ecco un primo bilancio:

 

1. La tuta è ormai conosciuta da molti, tante sono le persone che sono venute a cercarci nonostante la posizione difficoltosa (con un centinaio di richieste di incontro o prove con la tuta);

 

2. Abbiamo avuto incontri importanti con professionisti della riabilitazione e rappresentati di cliniche in Italia e all'estero che sono interessati a lavorare con efficienza, per il bene dei loro pazienti

 

3. Su più di 600 espositori, eravamo gli unici ad aver impiegato un migrante nel nostro stand, perché l'integrazione è una cosa in cui crediamo davvero (Tony Andrew, nella foto con Alberto Nicolini di Neurotute, l'amico On. Franco Grillini - che da sempre lotta per l'eguaglianza e per l'innovazione nella salute in Italia - e Fredrik Lundqvist, l'inventore della tuta);

 

4. Neurotute, con la tuta Mollii, è in Italia la realtà che propone di combattere l'immobilità facilitando e aumentando il movimento, non immobilizzando ulteriormente la persona. E senza alcun effetto collaterale, con risultati che durano fino a 48 ore dopo un'ora di applicazione. 

 

5. Abbiamo rivisto alcune persone che usano la tuta da pochi mesi o in alcuni casi da 4 anni. Sentir dire da loro, ad esempio che "è da gennaio che mia figlia non cade", è molto, molto bello. 


Ottobre 2017: un ulteriore studio del Karolinska Institutet di Stoccolma conferma la validità di Mollii

La Dott.sa Gaia Valentina Pennati, dottoranda al Karolinska Institutet, ha appena pubblicato una revisione di articoli a conferma della validità della tuta Mollii nel trattamento della spasticità e della gestione del dolore. 

 

Un'ulteriore conferma della validità di Mollii come alternativa senza effetti collaterali alle terapie convenzionali per questi problemi. 

 

 

Download
Scarica la traduzione italiana
Questo articolo scientifico che spiega come la neurotuta Mollii funziona nella gestione della spasticità e del dolore, dal punto di vista della ricerca medica.
Sostegno Teorico Alla Tuta Mollii .pdf
Documento Adobe Acrobat 934.2 KB
Download
Scarica l'articolo (in inglese)
ArticoloPennatiENG.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.4 MB

Tetraparesi spastica: Fabiano e la tuta Mollii

Fabiano, 24 anni, ha subito un trauma cerebrale alla nascita, e non riesce a spostarsi per più di 5 passi senza un deambulatore. La tuta Mollii cambia la situazione in un'ora di stimolazione, e gli effetti durano fino al giorno dopo, come testimoniato da lui stesso.